GIOVANNI

POETA DELLA NATURA. POETA DELL’ACQUA. POETA SOGNATORE.

“L’ispirazione può arrivare in qualsiasi momento.”

“A volte capita mentre sto ancora dormendo, mi sveglio all’improvviso e i sogni sono ancora frammenti sparsi in attesa di trovare un posto tra le righe, alla luce chiara del giorno. Ma il momento più atteso è quando entro in doccia, accendo l’acqua e ascolto il suo fluire liberatorio. Il caldo mi avvolge come un abbraccio leggero, il vapore scioglie tutti i blocchi. Anche quelli dei miei versi.”

giovanni_7
giovanni_2
giovanni_5
giovanni_8
giovanni_9

“Mi piace immaginare ogni goccia come un pensiero che scorre disegnando una lunga scia.”

” Io la seguo come un filo, prima lungo il vetro e poi idealmente fuori, nelle stanze di casa e all’esterno, curioso di sapere dove mi porterà e in quale poesia andrà a finire. Ecco perché dopo essermi asciugato di solito chiamo il mio cane ed esco a fare una passeggiata. In quegli istanti tutto ciò che si è liberato grazie al calore dell’acqua riesce a diventare finalmente nitido con l’aiuto dell’aria frizzante del mattino, in attesa di prendere forma sulla carta del mio quaderno.”

giovanni_10
giovanni_11
giovanni_12

“Sono queste le poesie che preferisco.”

“I versi che nascono mentre cammino in mezzo alla natura con il mio fidato cane accanto. In quei momenti di silenzio e complicità non serve più guardarsi intorno per raccogliere altre suggestioni da trasformare in parole. Sono loro che cercano me, è come se lì sapessero sempre come trovarmi.”

giovanni_13
giovanni_14
giovanni_16
giovanni_15

#STORIESOTTOLADOCCIA

Inizia a scrivere e premi Invio per cercare